Video presentazione del progetto

Fino al 18 novembre 2020 nove giovani artisti piemontesi protagonisti a Cagliari, Iglesias, San Sperate
per il progetto nazionale OFFICIN&IDEALI – “Residenze in Transito”, vincitore del bando PerChiCrea lanciato da Mibact-Siae per favorire la creatività e la promozione dei giovani under 35 nel settore delle arti visive, performative e multimediali, realizzato dall’associazione Carovana SMI in partenariato con la compagnia Tecnologia filosofica di Torino e l’associazione Isolaquassùd di Catania con il tutoraggio dei direttori artistici del programma: Ornella D’Agostino, Francesca Cinalli, Paolo De Santis e Emanuela Pistone.

Dopo una prima selezione degli artisti e dei progetti di residenza proposti, già nel 2019 sono cominciati i seminari formativi e di interscambio rivolti agli artisti, condotti dai direttori artistici delle associazioni in partnership: Ornella d’Agostino per Carovana, Francesca Cinalli e Paolo De Santis per Tecnologia Filosofica ed Emanuela Pistone per Isolaquassùd. In seguito alcuni incontri di messa a punto dei progetti sono stati svolti on line a causa dell’emergenza Covid ed ora il progetto arriva alla sua fase finale con le ultime residenze in presenza e la restituzione tra il solo gruppo di lavoro (in ottemperanza al DPCM del 24 ottobre scorso) negli spazi del Museo del Crudo di San Sperate nell’hinterland di Cagliari: una tavolozza di creatività che ha come filo conduttore la trasversalità dei linguaggi utilizzati dagli artisti.

Il Piemonte partecipa con 9 giovani artisti: oltre a Mara Roberto, Paola Lesina e Giò Zuffi ospiti della prima fase di residenza a Cagliari, saranno protagonisti da fine ottobre a novembre Margherita Fantini, Erica Pianalto, Anna Fantozzi, Sara Saccotelli, Filippo Gillono, Giuseppe Saccotelli, Annalisa Cannito, Teresa Noronha Feio, Valerie Tameu. In particolare nel week end del 31 ottobre – 1° novembre con l’accompagnamento e il tutoraggio in presenza di Francesca Cinalli e Paolo De Santis della Compagnia Tecnologia Filosofica, saranno presentati i progetti di: Anna Fantozzi con “Pigro”, un lavoro in cui l’attrice indaga attorno al tema della pigrizia; Margherita Fantini con “Walking through lands”, ispirato alla Nelken Line di Pina Bausch (dove la camminata è strumento di valorizzazione e scoperta di luoghi) associata alla danza della lingua dei segni; Erica Pianalto con “Di corpi e spazi invisibili” lavoro che vuole riflettere sulla condizione dell’ipovedenza, esplorando la relazione dei corpi nello spazio con un bastone. Seguiranno poi – fino al 18 novembre – le presentazioni di Giuseppe Saccotelli con la performance “L’indecidible”, sull’immensa difficoltà decisionale che nel corpo si trasforma in gesti contraddittori, negazioni di forma e direzioni; Filippo Gillono e Sara Saccotelli con “Ohchio”, progetto che esplora la relazione tra suono, movimento e spazio creando un ambiente in cui il pubblico partecipante possa esperire questa stessa relazione.

Per il pubblico esterno sarà possibile seguire le restituzioni sui social media Facebook, Instagram, YouTube, Trello, Zoom. Il progetto è realizzato con il contributo di: Siae, Mibact, Regione Autonoma della Sardegna, Comune di Cagliari, Fondazione di Sardegna, Agenzia Nazionale Giovani.